Riordino di idee ed esigenze: progetto di recupero fabbricato rurale

Il progetto di recupero di un fabbricato rurale riguarda un rustico, che si sviluppa su due piani fuori terra per circa 125 mq, al fine di ottenere una nuova unità abitativa più funzionale sia dal punto di vista degli spazi che dell’efficienza energetica.

La struttura è composta da murature in mattoni pieni (muro centrale), mattoni forati (muri
perimetrali) e solai in legno collaborante.
L’impianto edilizio è caratterizzato da un corpo di fabbrica lineare, disposto secondo l’asse elio termico Est-Ovest con l’accesso in corrispondenza alla facciata nord.

L’obiettivo del progetto è stato l’integrale recupero, l’ottimizzazione distributiva, l’adeguamento funzionale e impiantistico dell’edificio.

L’intervento risulta coerente con l’identità del luogo, l’area è infatti caratterizzata dalla presenza al contorno di insediamenti residenziali e fabbricati di natura rurale. Le costruzioni, relative all’ambito interessato, comprendono edifici tipici a corte, che nel complesso richiamano i caratteri tipologici dell’architettura di pianura.

Da un punto di vista tecnologico–strutturale le lavorazioni hanno previsto il rifacimento degli impianti e del bagno al piano terra, mentre al piano primo sono state realizzate nuove tramezzature e riqualificate le aperture.

In relazione alle caratteristiche dell’area e del suo contesto sono state previste aperture identiche, sia per dimensioni che per materiali, all’esistente ed in sintonia con quanto presente nella zona e nell’edificio stesso. Le finestre di nuova realizzazione sono state allineate con le aperture sottostanti. Il risultato finale è una facciata omogenea che ridà importanza ad un prospetto precedentemente disarticolato e poco funzionale.
(testo tesi di Luli Bardhi 2013)

Il cantiere è stato notevole fonte di spunti progettuali grazie alla scelta di utilizzo di materiali coerenti con l’esistente e tecnologie a secco per le ripartizioni interne ed isolamento.

Da evidenziare che tale progetto oltre ad essere oggetto di tesi di laurea è uno dei primi casi studio analizzati all’interno di un progetto di cooperazione internazionale per la certificazione di sostenibilità in ambito “recupero residenziale”.